Dispositivi antiabbandono: cosa sapere per fare un buon acquisto

seggiolino antiabbandonoUn errore, un momento di sovra-pensiero, una dimenticanza che si trasformano in tragedia. Questo è quanto emerge dalle notizie di cronaca strazianti per le quali la morte di bambini piccoli e indifesi lascia l’opinione pubblica attonita e sconcertata. Si tratta dei casi di abbandono in auto involontario di bambini che muoiono per asfissia, per il caldo o per l’eccessivo freddo mentre il genitore è a lavoro e scopre l’atroce verità solo qualche ora dopo.

Difficile immaginare come un bambino lasciato per errore in auto non possa essere sentito gridare da nessuno, come lo è immedesimarsi nella testa del genitore responsabile e cercare di capire come abbia potuto arrivare a tanto. Per questo il Governo ha subito messo a vigore una legge antiabbandono per la quale i seggiolini dovranno prevedere un meccanismo in grado di evitare questo tipo di tragedie.

Dispositivi antiabbandono: cos’è e come si usa

I dispositivi antiabbandono sono apparecchi che segnalano immediatamente al genitore e ai contatti di emergenza l’abbandono di un bambino in auto. Il seggiolino antiabbandono è un dispositivo da installare in auto che segnala quando il conducente ha dimenticato il bambino dentro l’abitacolo. Questo dispositivo, come vedremo qui di seguito, è diventato obbligatorio per legge e chi non si conforma è perseguibile per vari gradi di reato e sanzioni. La legge sul seggiolino antiabbandono ha subito varie modifiche e oggi ne conosciamo le linee guida principali, utili a conformarsi alle direttive emanate con quello che è oggi conosciuto come Legge Antiabbandono.

Se le leggi e le relative sanzioni appaiono piuttosto chiare, per quanto riguarda i seggiolini c’è molta meno chiarezza. Di norma tutti i seggiolini in grado di segnalare l’abbandono sono adatti allo scopo e non sottoposti a sanzioni. Ciò che conta ai fini del controllo stradale è che il seggiolino o i sensori antiabbandono si attivi automaticamente quando il genitore si appresta a lasciare l’abitacolo dell’auto e che emetta segnali acustici, visivi o aptici percepibili sia dentro che fuori il veicolo.

Stando alla legge non tutti i dispositivi antiabbandono sono a norma perché, per esempio, quelli con il Bluetooth prevedono un doppio passaggio per l’attivazione, ovvero l’accensione della ricezione Bluetooth che tutte le persone normalmente tengono disattivato. Ci sono altri modelli, invece, che vanno attivati con tasti di accensione e che sono privi di sensore di peso. Questi seggiolini anti abbandono non rispettano quanto previsto dalla legge che prevede che il dispositivo deve attivarsi automaticamente senza azioni ulteriori del conducente dell’auto.

Il 1 ottobre 2018 è stata emanata la cosiddetta Legge Salva Bebè, una normativa che impone l’obbligo di installare un dispositivo antiabbandono in qualsiasi automobile in cui viaggiano bambini fino ai quattro anni di età. Qui di seguito ne analizzeremo i punti salienti.

 

Cosa dice la legge sui dispositivi antiabbandono?

Questa legge è conosciuta con il nome di Legge Salva Bebè o Legge Antiabbandono. È stata approvata lo scorso 1 ottobre 2018 e obbliga chi trasporti bambini fino a quattro anni a dotarsi di un dispositivo considerato a norma. Per approfondirne tutti gli aspetti vai alla sezione dedicata alla normativa antiabbandono.

L’obbligo è scattato il 7 novembre 2019 ma le multe sono partite il 6 marzo 2020 a causa di due proroghe per consentire a tutti il tempo di adeguarsi. Prevede sanzioni in caso di inadempimento e che prevedono multe da 81,00€ a 326,00€ oltre alla decurtazione di cinque punti della patente.

A questo si aggiunge il rischio di recidiva entro due anni dalla prima contestazione che prevede la sospensione della patente da un minimo di quindici giorni fino ad un massimo di due mesi.

I dispositivi omologati, inizialmente, erano pochi e nonostante questo il mercato sembrava piuttosto saturo di offerte e modelli. Tuttavia una circolare della Polizia Stradale ha chiarito i punti salienti oltre alle successive modifiche del testo di legge che hanno finalmente fatto chiarezza sull’argomento. Per questo argomento leggi la nostra sezione dedicata alla normativa antiabbandono.

 

Tipologie di seggiolini e dispositivi antiabbandono

I seggiolini antiabbandono dovrebbero essere chiamati più correttamente dispositivi antiabbandono. Questo perché sul mercato esistono seggiolini e dispositivi che non sono la stessa cosa. Per seggiolini antiabbandono si intende propriamente il seggiolino con un sistema di rilevamento integrato direttamente dal costruttore. Quindi questo significa che sono seggiolini acquistabili con il dispositivo antiabbandono già installato sotto la seduta. I dispositivi antiabbandono, invece, sono i sensori ancora da integrare e quindi, venduti separatamente rispetto al seggiolino per auto. A voler essere precisi, quindi, sia i seggiolini antiabbandono che i sensori possono essere chiamati comunemente dispositivi antiabbandono. Ecco un riepilogo schematico per comprendere meglio la distinzione:

Dispositivi antiabbandono = seggiolini antiabbandono oppure sensori antiabbandono.

I dispositivi antiabbandono possono essere di tre tipologie:

  1. Integrati
  2. Optional del veicolo
  3. Indipendenti da seggiolini e veicoli

Seggiolini e dispositivi antiabbandono integrati

I seggiolini antiabbandono integrati sono quelli montati direttamente dal costruttore. Questo significa che acquistando un seggiolino provvisto di dispositivo antiabbandono avrai optato per un modello integrato. Il seggiolino antiabbandono integrato, come vedremo più avanti, deve essere dotato di certificazione di omologazione per la circolazione su strada e di certificazione di conformità rispetto alla norma Salva Bebè. È la tipologia più sicura perché il costruttore è responsabile dei criteri di omologazione della seduta e del dispositivo antiabbandono per cui, sebbene sia lievemente più costoso, tu non dovrai fare altro che installarlo sulla tua auto e configurarlo con il cellulare.

Dispositivi antiabbandono optional del veicolo

Questa seconda opzione è prevista dalla legge ma sul mercato sono rare le concessionarie che propongono un dispositivo antiabbandono quale optional di una nuova auto. Diciamo che il fenomeno è più comune per i servizi di auto a noleggio che dovrebbero fornire questo tipo di optional senza pagamenti aggiuntivi. Si tratta di una questione ancora in corso di discussione.

Dispositivi indipendenti da seggiolini e veicoli

Questa tipologia riguarda i dispositivi puri che sono di almeno tre tipologie e che non sono venduti assieme al seggiolino auto ma sono, per l’appunto, indipendenti. Essi differiscono per la modalità di allaccio o collegamento in auto o direttamente sul seggiolino.

  1. Dispositivi a sensore da riporre sotto la seduta del seggiolino auto
  2. Dispositivi da allacciare alle cinture del seggiolino
  3. Dispositivi da collegare alle prese elettriche dell’auto.

 

Dispositivi antiabbandono: con sensore di peso o GPS

C’è un’altra distinzione da fare e riguarda il loro meccanismo di funzionamento. Sostanzialmente i dispositivi antiabbandono funzionano in due modi: tramite il sensore di peso o tramite il GPS.

I dispositivi antiabbandono dotati di sensore di peso funzionano, molto semplicemente, con un sensore di pressione disposto o da disporre sotto la seduta del bambino. Quando il sensore rileva la pressione del peso del bambino significa che questo è ancora in auto e, quindi, il meccanismo si attiverà per avvisare il conducente della dimenticanza. Il sensore di pressione invia un impulso al telefono e avvisa dell’imminente emergenza.

Lo stesso vale per il GPS che, a differenza del sensore di pressione, si attiva quando il cellulare si allontana dall’auto senza esser stato “avvisato” del prelievo del bambino. Questo significa che se il genitore scende dall’auto senza prelevare il bambino dal seggiolino il dispositivo antiabbandono rileverà che questo si allontana dall’auto e provvederà ad inviare l’impulso di allarme. I dispositivi a sensore di pressione (o di peso) sono quelli più comuni in commercio e più avanti vedremo i migliori seggiolini antiabbandono da valutare per l’acquisto.

 

Dispositivi antiabbandono e smartphone

Tra le varie tipologie di seggiolini antiabbandono troviamo quelli che funzionano connessi allo smartphone tramite app e quello che funzionano senza connessione allo smartphone. Il loro funzionamento è differente perché si attivano sfruttando due diverse tecnologie.

Seggiolini antiabbandono connessi allo smartphone via app

Questi modelli sono in grado di collegarsi ad un app via Bluetooth e di inviare un SMS o una chiamata di allerta ai contatti di emergenza salvati alla prima installazione. Il segnale di allerta consiste nell’avvertire i contatti che il bambino è stato dimenticato in auto assieme alla posizione del veicolo per raggiungerlo più facilmente.

Sono i modelli più diffusi sul mercato e offrono maggiore sicurezza per l’incolumità dei bambini. Il loro funzionamento è conforme a quanto riporta la legge Antiabbandono dato che sono in grado di inviare messaggi o chiamate di emergenza ad almeno tre contatti.

Perché sono affidabili e sicuri?

Ci sono almeno tre ragioni per cui un bambino venga dimenticato in auto, stando a quanto riportano numerosi studi di settore. Di fatto sembra che la maggior parte dei casi derivi da una dimenticanza inconsapevole e per la quale l’avviso sonoro che si avvia nell’abitacolo potrebbe non essere sufficiente. Per esempio quando il conducente dimentica il bambino in auto mentre parla a telefono potrebbe non accorgersi del segnale acustico e, quindi, il dispositivo non eviterebbe la tragedia.

Potrebbe anche verificarsi l’ipotesi per cui un bambino entri in auto da solo perché magari è sfuggito all’occhio vigile del genitore. Non è sempre detto che il bambino in questa situazione vada a sedersi sul seggiolino e, anche in questo caso, il solo allarme sonoro risulta inefficace. Anche quando un conducente lascia consapevolmente il bambino in auto per sbrigare una commissione veloce, questo potrebbe essere ignaro delle conseguenze che possono derivare da questa azione. L’eccessivo calore o il trauma da distacco possono condurre al decesso in molto meno tempo di quanto si potrebbe pensare. L’allarme sonoro, in questo caso, potrebbe essere volutamente ignorato come fanno molte persone con quello che li avvisa di non aver inserito le cinture di sicurezza mentre sono alla guida. In tutti e tre i casi la connessione allo smartphone e, quindi, l’invio di messaggi di allerta potrebbe costituire l’unica vera speranza di salvezza del bambino. I dispositivi antiabbandono connessi con lo smartphone, quindi, hanno uno step di sicurezza aggiuntivo da prendere in considerazione al momento dell’acquisto.

Come funzionano dispositivi antiabbandono connessi allo smartphone?

Come anticipato poc’anzi questa tipologia di dispositivi si connette allo smartphone del conducente non appena rilevano la presenza del bambino sul seggiolino. Per questo dovrete ricordare di attivare sempre il Bluetooth. In questo modo i dispositivi sono in allerta e offrono più livelli di sicurezza.

  1. Notifica sonora sullo smartphone
  2. Sensore di allontanamento
  3. SMS o chiamata di emergenza

Quindi non appena il conducente si allontana dall’auto dimenticando il bambino all’interno lo smartphone viene raggiunto da una notifica sonora (1) che, per essere disattivata richiede un’azione manuale richiamando l’attenzione del conducente. Il funzionamento è simile a quello della sveglia del telefonino. Successivamente il telefono si allontana dall’auto e dal seggiolino antiabbandono e, quindi, il Bluetooth (2) si scollega proprio in virtù dell’allontanamento. Difatti il Bluetooth connette due o più dispositivi a patto che questi siano ravvicinati tra loro. A questo punto entra in gioco l’invio dei messaggi di allerta o le chiamate (3) che prevedono le indicazioni GPS per raggiungere il veicolo. Questo allarme si attiva quando il primo segnale di allerta è stato ignorato.

Questo genere di dispositivi non è provvisto di SIM interna per cui le chiamate o gli SMS sono generati dall’app collegata che si serve del telefono per l’invio. In sintesi i dispositivi antiabbandono connessi allo smartphone possiedono le seguenti funzionalità:

  • Rilevano la presenza del bambino a bordo tramite sensori di pressione o sensori capacitivi che funzionano tramite il peso oppure la presenza di un corpo in grado di condurre energia elettrica. Questa seconda tipologia è molto avanzata perché riduce i falsi allarmi, per esempio quando si poggia una busta della spesa sul seggiolino.
  • Notifica acustica sullo smartphone in caso di abbandono
  • SMS o chiamate di emergenza ai contatti designati
  • Avviso di batteria scarica
  • Possibilità di connettere più smartphone al dispositivo antiabbandono (es. mamma e papà).

 

Dispositivi antiabbandono connessi allo smartphone: i migliori

TIPPY PAD dispositivo anti abbandono

TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
2.867 Recensioni
TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
  • Sistema anti abbandono Conforme alla legge 122/2019 facilmente installabile sui seggiolini auto (esito crash test positivo)
  • Il cuscinetto, posizionato sul seggiolino, rileva la presenza del bambino dialogando via Bluetooth con l’apposita applicazione e lanciando un primo livello di allarme, sonoro e visivo, sullo...
  • Se l’adulto non torna indietro entro 40 secondi, partono in automatico 2 sms a due numeri di emergenza con geolocalizzazione dell’allarme nei pressi dell’auto (Allarme Livello 2)
  • Senza fili, durata della batteria 4 anni con un uso medio di 2 ore al giorno
  • Non emette radiazioni nocive

Qshino

Qshino è un sistema sicurissimo. Si utilizza mediante l’app per smartphp.

Un aspetto da considerare, quando si sceglie un dispositivo antiabbandono, è la connessione cuscino-smartphone dell’autista che deve essere immediata, stabile e garantita. Con Qshino by UnipolSai l’interazione dell’autista è infatti limitata al primo collegamento Bluetooth tra smartphone e cuscino. I successivi utilizzi non richiedono alcuna azione.

Il funzionamento del cuscino è semplice: se l’autista si allontana dal mezzo e porta con sé lo smartphone, alla caduta della connessione Bluetooth tra smartphone e cuscino, l’App emette un segnale sonoro ripetuto e invia una notifica allo smartphone che segnala l’abbandono del bambino. Al momento della configurazione dell’App, è obbligatorio indicare almeno 3 numeri “amici” che, in caso di mancata risposta dell’autista all’allarme di abbandono del bambino in auto, riceveranno un SMS con la segnalazione del rischio in corso e il relativo posizionamento del veicolo (se la geolocalizzazione sullo smartphone dell'autista è attiva).

Offerta
Qshino by UnipolSai Assicurazioni Dispositivo Antiabbandono Universale per Seggiolini Auto, Bluetooth, Blu, 133 g
107 Recensioni
Qshino by UnipolSai Assicurazioni Dispositivo Antiabbandono Universale per Seggiolini Auto, Bluetooth, Blu, 133 g
  • Dispositivo antiabbandono universale: si adatta a tutti i modelli di seggiolino auto
  • Conforme alle prescrizioni tecniche costruttive/funzionali del decreto 2 Ottobre 2019, n. 122
  • Interazione utente limitata alla registrazione e alla prima associazione smartphone-Qshino
  • Facile da installare, si collega alla Qshino App ed è subito attivo
  • Fino a 3 Qshino gestibili con l’utenza principale

Steelmate Baby Bell Plus

Questo modello è uno dei più cliccati in rete. Steelmate Baby Bell Plus è un dispositivo indipendente a doppia sicurezza. Si compone di tre parti:

  • Una presa per l’accendisigari
  • Un aggancio per la cintura di sicurezza
  • Un sensore di pressione di spessore pari a soli 0,08 millimetri

Per attivarlo basta agganciare il dispositivo all’accendisigari ed il rilevatore alla cintura di sicurezza del guidatore, mentre il sottilissimo sensore di pressione va riposto sulla seduta del seggiolino. A questo punto il dispositivo è in funzione.

Se hai un’auto ad alimentazione elettrica continua potrai collegarlo al cellulare e utilizzare l’app gratuita che invia una notifica sonora che si disattiva solamente quando avrà catturato la tua attenzione e pigiando sul tasto che assicura al sistema che hai prelevato il bambino.

Se la tua auto non è ad alimentazione elettrica continua il sistema si attiva allo spegnimento dell’auto e allo sgancio della cintura di sicurezza emettendo segnali luminosi e sonori che ti ricordano che il bambino è ancora seduto sul seggiolino.

Steelmate Baby Bell Plus dispositivo anti abbandono universale per 1 seggiolino - espandibile a 2
  • Dispositivo certificato a norma del DM 122 2/10/2019 in vigore dal 7 novembre 2019
  • Adatto a tutti i seggiolini / senza impatto sull’omologazione (eseguiti crash test); funziona su tutte le auto, incluse Start & Stop e/o presa accendisigari sempre alimentata
  • Gestisce fino a 2 seggiolini (2° Smart pad venduto separatamente)
  • Funziona con e senza smartphone, non serve Bluetooth, senza fili (durata batteria: 4 anni con normale uso giornaliero). Nessuna onda nociva: usa la stessa bassa frequenza dei giocattoli
  • Doppia Sicurezza: allarme anti abbandono appena il conducente spegne l’auto o slaccia la propria cintura di sicurezza e richiesta conferma prelevamento bambino / invio gratuito messaggi di emergenza...

Chicco Oasys Up Bebècare Seggiolino Auto con Dispositivo Anti-abbandono Integrato

Chicco Bebècare Easy-Tech, Sistema Anti-Abbandono, Bianco / Blu
3.115 Recensioni
Chicco Bebècare Easy-Tech, Sistema Anti-Abbandono, Bianco / Blu
  • Il dispositivo è universale: può essere utilizzato sia sui seggiolini già presenti sul mercato che sui nuovi seggiolini, senza alterarne le performance di sicurezza
  • Dopo averlo agganciato alle cinture del seggiolino o dell'auto, basta chiuderlo ed il gioco è fatto
  • La prima installazione e il relativo utilizzo del sistema richiedono solo pochi minuti; la connessione per gli utilizzi successivi è completamente automatica, basta solo chiudere il dispositivo
  • Scaricare l'app gratuita Bebècare, creare un "account famiglia" con un'unica password e inserire i numeri ai quali verrà inviato un messaggio di allarme in caso di emergenza
  • Livello di allarme 0: se il genitore si allontana dall'auto con lo smartphone, lasciando il bimbo a bordo, Chicco BebèCare invia una prima notifica sullo smartphone

Seggiolini e dispositivi antiabbandono non connessi allo smartphone

Questa tipologia di dispositivo antiabbandono si limita ad offrire una segnalazione acustica o visiva quando il bambino è a bordo e quando il conducente spegne il motore dell’auto una volta arrivato a destinazione. Il loro funzionamento è paragonabile a quello dei segnali di allerta quando dimentichiamo le luci accese in auto e, quindi, il veicolo ci avverte prima che sia troppo tardi: ovvero quando ci ritroviamo con la batteria a terra. Quindi il dispositivo va attivato all’inizio del viaggio e, poi, disattivato quando si è arrivati a destinazione. Richiede azioni manuali ripetitive, che possono entrare in quella serie di movimenti che compiamo durante il giorno e che diventano parte della routine. Per questo pur essendo a norma sono sprovvisti di formule di sicurezza aggiuntive come quelle previste dai dispositivi che si collegano allo smartphone. Sono certamente modelli validi e conformi alla legge sui seggiolini antiabbandono e non sono soggetti a contravvenzioni.

A loro volta si dividono in dispositivi che si installano sul seggiolino, ovvero sotto la seduta, e dispositivi che si allacciano alle cinture di sicurezza dell’auto.

I primi rilevano il bambino tramite il sensore di pressione ed emettono un suono a motore spento quando è stato lasciato in auto. Come anticipato questo sistema è uguale ai suoni di allerta di cui tutte le auto dispongono quando dimentichiamo di mettere le cinte o spegnere le luci dell’auto a motore spento. Si alimentano a batterie o tramite l’accendisigari.

I dispositivi che si allacciano alle cinture di sicurezza, invece, si attivano quando queste vengono allacciate. Con questo gesto il dispositivo sa che il bambino è a bordo e, quando invece sono slacciate il dispositivo sa che il bambino non è a bordo. Quindi produrrà un allarme quando il bambino slaccia la cintura. Per integrare la funzione antiabbandono occorre collegarli alla presa OBD della tua auto e, quindi, rilevare che il motore è spento mentre le cinture sono chiuse (cioè che l’auto è arrivata a destinazione e il bambino è seduto sul seggiolino perché le cinture sono allacciate).

Questa tipologia di dispositivo antiabbandono è consigliata a:

  • Chi ha già associato altri dispositivi bluetooth alla propria auto
  • Chi possiede un’automobile senza alimentazione elettrica continua
  • Chi non vuole spendere troppo dato che sono tra i più economici

 

Dispositivi antiabbandono non connessi allo smartphone: i migliori

In questa classifica trovi una selezione dei migliori dispositivi antiabbandono non connessi allo smartphone e, quindi, privi di tecnologia Bluetooth. Ti ricordiamo che per optare per questa tipologia di dispositivi è necessario possedere un’auto senza alimentazione elettrica continua e la presa dell’accendisigari.

MXJFYY Sensore per Seggiolino auto

Tra i vantaggi di questo dispositivo c’è l’ottimo rapporto qualità prezzo e la sicurezza di portare a casa un prodotto davvero ben funzionante. Semplice da utilizzare, immediato e diretto MXJFYY è il migliore della nostra classifica anche in virtù del parere assolutamente positivo che ha riscosso presso coloro che lo hanno già acquistato.

MXJFYY Sensore per Seggiolino auto,Sicurezza per Bambini Avviso Sicurezza Bambino a Bordo (Singolo)
  • 🚗【Utile】: Questo dispositivo anti-smarrimento per bambini MXJFYY è adatto a tutti i seggiolini auto per bambini. Dispositivo anti abbandono.
  • 🚗【Specifica】: Bassa tensione: 12V. Peso del dispositivo: 200g. Lunghezza del cavo: 2,3 m
  • 🚗【Installazione semplice】: Basta posizionare il dispositivo MXJFYY sotto i seggiolini di sicurezza per bambini, inserire la spina nell'accendisigari dell'auto, quando l'auto è accesa, il...
  • 🚗【Caratteristica】: Questo dispositivo è un sistema di avvertimento all'accensione dell'auto. Quando l'auto è spenta ma il bambino è ancora seduto, il dispositivo emette un allarme per cinque...
  • 🚗【Miglior Servizio】: MXJFYY Car Baby Alarm ha una garanzia di rimborso di 24 mesi in caso di difetti con il prodotto.

iSave Dispositivo Antiabbandono

A pari merito con MXJFYY questo dispositivo merita l’attenzione di chi cerca un prodotto a norma senza spendere troppo e senza complicarsi la vita con Bluetooth e app da collegare. Si utilizza con estrema semplicità, non presenta difetti di funzionamento ed è garantito dalle centinaia di recensioni positive da parte di chi lo ha scelto.

iSave Dispositivo Antiabbandono Sistema a Norma di Legge Anti Abbandono per sicurezza bambini su seggiolino auto - MONO (1 cuscino con sensore)
  • ✅ iSave è un dispositivo anti abbandono per seggiolini auto conforme al decreto ministeriale 2 ottobre 2019 n.122 in vigore dal 7 novembre 2019 e dispone di certificazione di conformità (legge...
  • ✅ Si attiva automaticamente: Non necessita di smartphone o collegamenti bluetooth
  • ✅ Necessita di una SIM da acquistare a parte. Nessuna emissione elettromagnetica ravvicinata al bambino.
  • ✅ Attiva 3 livelli di allarme (sonoro,sms,chiamata) , Fino a 3 cuscini collegabili con un unica centralina, rilevamento peso bimbo da 0 mesi un su.
  • ✅ Funzioni avanzate: Accessorio per antiabbandono animali su vettura con trasportini (cani,gatti,ecc) acquistabile a parte, Temperatura, Microfono, Posizione GPS. Il dispositivo non è compatibile...

Sensore anti abbandono Tippy Pad

Questo dispositivo antiabbandono firmato da Tippy Pad è quello in assoluto più acquistato su Amazon per tante ragioni, tra cui la conformità con la legge 122 del 2019. Si installa facilmente e rileva il peso del bambino connettendosi via Bluetooth all’app dedicata da scaricare sullo smartphone. Quando il bambino è seduto produce due livelli di allarme. Il primo giunge quando il sensore rileva il bambino è l’auto è ferma. Il secondo sopraggiunge quaranta secondi dopo l’abbandono e consiste nell’invio di due SMS ai numeri di emergenza collegati che, tramite geo localizzazione, individuano la posizione del bambino in pericolo. È un dispositivo senza fili con una buona batteria destinata a durare parecchio tempo per un uso stimato di almeno due ore al giorno.

Le persone lo trovano pratico e poco ingombrante ma lo reputano da migliorare dal punto di vista dell’usabilità dell’app che resta sempre attiva e che consuma troppa batteria sugli smartphone. Il problema, secondo alcuni genitori, risiede nel fatto che l’esser obbligati a spegnerla per risparmiare carica fa venire meno i requisiti di idoneità stabiliti dalla normativa.

Difatti la norma in questione stabilisce chiaramente che il dispositivo deve attivarsi automaticamente per ogni utilizzo, senza la necessità di azioni da parte del conducente. In molti, quindi, lo hanno scelto per dimostrare di essere a norma e non per il reale funzionamento. C’è da contestare questa critica perché il fatto che l’app resti sempre attiva è sinonimo di efficienza del sistema che assicura un funzionamento automatico e per il quale non sono necessarie ulteriori azioni da parte del conducente. Non a caso in molti riportano come questo modello funzioni alla perfezione e apprezzano il fatto che arrivi fornito di certificazione di idoneità da parte dell’azienda.

TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
2.867 Recensioni
TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
  • Sistema anti abbandono Conforme alla legge 122/2019 facilmente installabile sui seggiolini auto (esito crash test positivo)
  • Il cuscinetto, posizionato sul seggiolino, rileva la presenza del bambino dialogando via Bluetooth con l’apposita applicazione e lanciando un primo livello di allarme, sonoro e visivo, sullo...
  • Se l’adulto non torna indietro entro 40 secondi, partono in automatico 2 sms a due numeri di emergenza con geolocalizzazione dell’allarme nei pressi dell’auto (Allarme Livello 2)
  • Senza fili, durata della batteria 4 anni con un uso medio di 2 ore al giorno
  • Non emette radiazioni nocive

 

Dispositivo anti abbandono prezzi

I prezzi dei seggiolini e dei dispositivi antiabbandono si aggira tra i 50,00€ ed i 300,00€. In questo range di costi c’è una grande varietà di modelli e proposte che, come abbiamo visto, differiscono per tipologia, funzioni e livelli di allarme.

Il dispositivo antiabbandono ha un costo piuttosto contenuto che va dai 50,00€ agli 80,00€ e che consente di integrarlo al seggiolino di cui si dispone già.

Un seggiolino antiabbandono, invece, può costare fino a 300,00€, motivo per cui in molti hanno preferito optare per il dispositivo di integrare al proprio seggiolino auto.

 

Bonus seggiolino: come funziona e come si accede

A partire dal 7 novembre 2019 il Decreto sui seggiolini antiabbandono è diventato legge. Le sanzioni sono scattate solamente a partire dal 6 marzo 2020 per una serie di ritardi dovuti alle difficoltà di applicazione di questa norma. Difatti essa coinvolge anche il codice della strada e, per queste ragioni, sono state concesse due proroghe. Assieme alla legge è stato stanziato inizialmente un fondo da cinque milioni di euro portato successivamente a poco più di 16 milioni per coprire le richieste fatte per il 2019 e per il 2020. Il contributo prevede l’erogazione di un buono per l’acquisto del valore di trenta euro. Questo bonus è richiedibile a partire dal 20 febbraio 2020 sulla piattaforma Sogei del sito https://www.bonuseggiolino.it/ Per ottenerlo è necessario loggarsi tramite le credenziali SPID. Per sapere come funziona nel dettaglio questo incentivo vai direttamente alla seziona della normativa.

Guarda anche la guida che ti abbiamo preparato passo passo.

TORNA SU